Lo strumento utilizzato con i più piccoli è principalmente Scratch, un linguaggio di programmazione didattico creato dal MIT che, attraverso primitive visive, consente la realizzazione di progetti pedagogici con simulazioni, animazioni, musica e giochi.

snapshot_scratch

Consente di condividere i propri progetti con altri utenti sul web per cui non è vietato copiare ma, nel pieno spirito dell’open source, la condivisione delle idee di ognuno è il motore per l’accrescimento delle proprie conoscenze.

Con i ragazzi più grandi si può poi passare all’utilizzo di linguaggi di programmazione più professionali.

Mitch Resnick, il realizzatore di Scratch, in questo intervanto ci spiega perchè è utile insegnare a programmare ai bambini.

[ted id=1657  lang=it width="1024" height="480"]